domenica 10 agosto 2008

Una storia senza fine: Cazzaniga allunga le mani sull'F.c.Messina

Dopo il botta e risposta tra l'F.c.Messina e Giovanni Carabellò, conclusosi con la rinuncia dell'ex direttore generale alla partecipazione alla serie D del suo Acr, torna in scena Gianmario Cazzaniga. L'imprenditore milanese sarebbe infatti interessato ad acquistare il club della famiglia Franza.Il passaggio di consegne dovrebbe avvenire a dicembre, mese in cui la cordata lombarda sembra sia intenzionata ad acquisire la totalità delle quote societarie. In questo lasso di tempo gli armatori dovrebbero occuparsi di risanare la situazione debitoria, garantendo il pagamento degli stipendi arretrati dei calciatori e le quote per tasse, contributi da versare all'erario e tributi di diversa natura rimasti pendenti. Dal canto suo lo staff di Cazzaniga finanzierà, attingendo dal fido di due milioni di euro ottenuto per la C2, l'iscrizione in serie D e la composizione della rosa che andrà ad affrontare il campionato di quinta serie. Ma l'obiettivo è anche quello di ricreare un settore giovanile, magari recuperando quei giovani atleti che ancora non si sono accasati altrove. Il tutto, inizialmente, verrà posto in essere come una forma di sponsorizzazione dell'azienda "Iniziativa Sviluppo Group" al F.c.Messina (all'epoca del Lodo Petrucci sembrava dovesse avvenire all'inverso), prima della fine dell'anno, quando appunto, se i bilanci verranno sanati, Cazzaniga diventerà il patron della prima squadra della città.Dunque i Franza continuano a muovere passi per uscire totalmente dal mondo calcio; se l'operazione dovesse andare in porto, questo potrebbe accadare già nel 2009. La trattativa con Cazzaniga non chiude però quella con l'ex presidente dell'Atletico Catania Franco Proto, che rimane interessato e potrebbe entrare a far parte della nuova proprietà. Dal punto di vista sportivo, le prime indiscrezioni vorrebbero sulla panchina giallorossa l'ex allenatore della primavera Carmelo Mancuso, mentre il Ds potrebbe essere il vecchio idolo del Celeste Totò Schillaci, con l'evidente obiettivo di ricreare entusiasmo dietro quei nomi che hanno fatto la storia della squadra dello Stretto. Non è da escludere dunque, che il dietrofront annunciato stamattina da Carabellò sulla possibile rinascita dell'Acr Messina, sia legato alla notizia dell'accordo tra i Franza e Cazzaniga.


(fonte tempostretto.it)

Cerca nel blog

GRAN MIRCI

GRAN MIRCI
TUTTO SULLA STORIA DI MESSINA

Segui Granmirci.it su TWITTER

GRANMIRCI.IT (TWITTER)

Google+ Badge

Google+ Followers

Instagram

Instagram

Youtube