domenica 13 novembre 2011

Questa lettera è per te grande Enzo Biagi!

E' giusto festeggiare, è giusto esultare, è giusto brindare, è giusto gridargli galera galera. La gente si fa prendere a volte dalla pietà, ma Berlusconi non aveva pietà per noi. Dobbiamo essere contenti perché è stato tolto di mezzo colui che ha bruciato il futuro di questa generazione per far riempire il culo alla sua cricca di piduisti...oggi è ritornata la democrazia perché eravamo in una dittatura subdola e meschina ancora più sporca di quella esplicitata perché mascherata e menzognera, costruita sulla modalità della macchina del fango e della distruzione del nemico in maniera tipicamente mafiosa. Berlusconi ha corrotto mezzo mondo e non ha costruito una società equa e solidale per noi giovani prendendoci in giro con la scusa dei comunisti e delle promesse roboanti mai realizzate. Le parti sociali e le loro ragioni non sono mai state ascoltate. Ha distrutto la scuola pubblica rendendola letame per gli asini di Collodi. Una società da Paese dei Balocchi. Perché gli serviva tutto questo per poter comandare in eterno in una società dove i cittadini erano privi di pensiero e di spirito critico. Ha calato dall'alto dei suoi palazzi romani e milanesi distrazioni di massa atte a confondere il pensiero e la coscienza collettiva. Come anestetici i suoi messaggi televisivi e la sua comunicazione studiata in maniera scientifica per aumentare in noi assenza di pensiero. Ci ha negato i diritti creando ad arte una società lavorativa di soli doveri, dove gli uomini erano schiavi e privi delle loro capacità espressive e creative. Con Berlusconi eravamo numeri per il riempimento del suo ego. Con i suoi compari aumentava i profitti delle sue aziende e svuotava le tasche degli italiani. Con la sua faccia da pacchista navigato ha preso in giro il dolore umano e la sofferenza del cuore come a L'Aquila o a Messina. Faremo, diremo e vedremo e poi la gente strappava in solitudine la terra senza frutti. Era un demone, il male era in lui. I soldi non erano per i poveri ma per le prostitute. Non mi scordo che la  Donna con Berlusconi è stata declassata ad oggetto dove solo chi si concedeva ad orgie e riti strani quasi satanici poteva diventare meteorina o letterina. Con Berlusconi la società ha dovuto subire la corruzione dei costumi, il sesso maniacale e le ambiguità sessuali che grazie alle sue maleodoranti trasmissioni sono diventate perversioni edonistiche e materiali. Con lui gli italiani ipnotizzati stavano smarrendo l'anima perché lui prometteva divertimento e pazzie erotiche. La nostra italia da pizza e spaghetti con lui è diventata Bunga Bunga e Sesso, si Sesso maniacale. Con le sue trasmissioni piduiste ha cambiato la mentalità degli italiani a sua immagine e somiglianza, tutti sembravano automi e radiocomandati a proprio piacimento con la logica del populismo estremo. Ha fatto diventare gli Italiani, un tempo amanti della famiglia, un popolo dove la famiglia non è al primo posto e forse neanche all'ultimo perché prima veniva il proprio ego ed il divertimento sfrenato della propria materialità estetica. Così siamo diventati un popolo di rifatti, senza più rughe ed espressioni veritiere che provengono dalle rughe e dai solchi di una vita vissuta con animo e cuore. Così gli Italiani hanno pensato che era meglio divertirsi che vivere normalmente la propria vita e la propria sessualità. Con Berlusconi appunto la televisione si è declassata e le trasmissioni erano sempre verso una direzione e chi aveva voglia di fare qualcosa di diverso veniva emarginato vedi: Mike Bongiorno, Fiorello, Baudo, Pippo Franco e molti altri così come i cantautori che facevano pensare, mentre Berlusconi voleva solo meri interpretatori di fredde canzonette senza un preciso significato che ragazzotti di "AMICI" interpretavano. Grazie a Dio ci siamo liberati di che creava tutto questo sperando che ritornino i De Andrè e i Gaber e che la libertà ritorni a pervadere tutte le istituzioni e la generazione dei futuri ragazzi che devono sprigionare tutta la loro creatività e la loro espressione d'animo per il bene del paese e di tutte le generazioni a venire. Ci siamo tolti il Berlusconismo, una cappa sulle intelligenze fervide di questo paese. E non dovremmo Brindare, ma fatemi il piacere! Questo mio sfogo lo dedico a te Nonno Enzo Biagi distrutto da questo mafioso, piduista che toglieva la libertà agli individui e a tutti coloro che potevano aprire gli occhi a chi veniva ipnotizzato dal fascino di questo super pacchista di pentole e piatti. Lo disse anche Montanelli: il più grande pacchista mondiale. Un essere dove non c'è mai stata sostanza, ma solo fumo come le sue tv e i suoi giornali. Se oggi fossi con noi, avresti brindato anche tu e cantato Berlusconi Pezzo di Merda, Nonno Enzo! Io non mi dimentico chi è stato Silvio Berlusconi e chi proverà ancora ad essere, perché ci sono due pietà una cristiana che serve per i poveri, gli emarginati e i diseredati e poi ce n'è un'altra che è del diavolo e vuole farci provare dispiacere per parlare bene chi nel bene non c'è mai stato! E vorrei direi che è giusto brindare per un uomo che voleva togliere la legittima dicendoci che i figli non sono tutti uguali, e vorrei dire che è giusto brindare per un uomo che voleva togliere le intercettazioni per lui, togliendo difatto il diritto di giustizia alle povere vedove e alle vittime della mafia ed è giusto brindare per un uomo che ci ha tolto la libertà di creatività e di espressione d'animo ed ha tolto alla ricerca di questo paese speranze e futuro.........finitela con questi perbenismi. Se si fosse comportato in maniera equa ieri in strada non ci sarebbe stato nessuno! E vorrei concludere dicendo che è giusto brindare per un uomo che invece di farsi seppellire con i suoi affetti più cari si farà seppellire con i suoi amici di cricca.....W LA DEMOCRAZIA...e W LA LIBERTA'

Cerca nel blog

GRAN MIRCI

GRAN MIRCI
TUTTO SULLA STORIA DI MESSINA

Segui Granmirci.it su TWITTER

GRANMIRCI.IT (TWITTER)

Google+ Badge

Google+ Followers

Instagram

Instagram

Youtube