giovedì 11 febbraio 2010

Supplica all' Immacolata di Lourdes - 11/02/2010


1. O Benedetta fra le donne che ti sei degnata di visitare questa terra di tenebre e di lacrime, apparendo luminosa sulla roccia di Massabielle ed estasiando benevola la pia Bernardette, consolaci ora con il sacro ricordo della bianca apparizione ed allietaci con la diffusione dei tuoi favori.
Hai chiamato a te tutto il mondo, ed ecco i figli esuli, nella valle del dolore, i quali vengono a te, che hai stabilito la Grotta di Lourdes centro di speciale misericordia per l'umana famiglia, dandone come pegno l'acqua scaturita ad un tuo cenno. Guardaci benigna, o Madre clementissima si incontrino i nostri occhi lacrimosi con i tuoi occhi sempre misericordiosi, e trovino, oggi, i cuori mesti quel conforto che può venire solo dal cielo.

Salve Regina

2. O pietosa Sovrana, non abbiamo noi l'innocenza di Bernardette, la sua purezza, la sua umiltà. Abbiamo nelle mani, la santa corona, e ci segniamo con la croce in cui è salvezza, vita e resurrezione. Accogliamo volentieri l'invito ripetuto tre volte e vogliamo delle nostre colpe far penitenza salutare. Perciò baciamo la terra, 18 volte santificata dalle tue visite, dai tuoi sorrisi e dalle tue parole. Rendici candidi come la tua veste e desiderosi del cielo, di cui ci parla il tuo nastro azzurro. Rendici degni di lodare il singolare privilegio da te degnamente glorificato, quando affermasti in una rivelazione sublime: " Io sono l'Immacolata Concezione!"

Salve Regina

3. O nostra Signora di Lourdes, gli infermi, i peccatori ritornati a Gesù, tutti gli afflitti da te consolati ci fanno innalzare con fiducia a te il nostro grido supplichevole. O Maria, risuoni la tua voce gradita al divin Figlio, e quelli che ti supplicano abbiano presto ed abbondantemente il gaudio delle supreme consolazioni. Fa che otteniamo quanto speriamo per la tua intercessione. Pace alla Chiesa, pace ai popoli, pace alle famiglie, pace a tante anime oppresse! Regni la giustizia con l'abbondanza della pace: regni il Giusto ed Egli sarà principio e caparra sicura di pace! O Madre dolcissima, causa della nostra speranza, vieni in aiuto ai cuori angustiati, gementi; soccorrici, sollevaci, con le tue braccia, confortati con il tuo Cuore materno!

Salve Regina

CHIEDIAMO LA BENEDIZIONE DELLA MADRE.

Mentre ci abbandoniamo fiduciosi tra le tue braccia ed i nostri cuori indegni palpitano vicino al tuo Cuore purissimo, o Maria fa risonare la parola confortatrice che scuote e commuove fino al pianto:

Figli miei io vi benedico!
Grazie! Questa Benedizione ci annuncia una protezione pronta, perenne, ci stringe più fortemente a te, ci fa sperare nuove consolazioni. La tua Benedizione è segno che gradisci con affetto materno i nostri poveri omaggi. O Madre, facci sentire nel cuore, la cara promessa che un dì vedremo la bellezza che estasiò la Pia Bernardette. In questo desiderio ardente stendiamo le mani e in uno slancio di fede e di amore ti salutiamo:

Salve Regina.

Cerca nel blog

GRAN MIRCI

GRAN MIRCI
TUTTO SULLA STORIA DI MESSINA

Segui Granmirci.it su TWITTER

GRANMIRCI.IT (TWITTER)

Google+ Badge

Google+ Followers

Instagram

Instagram

Youtube